Foglie di vite: 3 ricette per stupire i tuoi ospiti

L’estate è un periodo molto importante per i viticoltori.

Durante questa stagione viene svolta infatti la cosiddetta “potatura verde”, un insieme di interventi volti a regolare lo sviluppo della chioma, equilibrando il rapporto tra superficie fogliare e produzione.

Queste operazioni prevedono l’eliminazione di molte foglie di vite, che vengono quindi tagliate e gettate al suolo. 

Una cosa che pochi sanno però è che queste foglie, ormai inutili per la pianta, possono essere utilizzate per preparare dei gustosissimi piatti. Ciò oltre ad essere un ottimo esempio di zero waste, vi permetterà di fare un figurone con i vostri ospiti!

Non vedete l’ora di provarle? Allora, se siete così fortunati da vivere in un’areale viticolo, scendete subito a fare una passeggiata e raccogliete le vostre foglie di vite. Altrimenti chiedete al vostro produttore di fiducia di mettervene qualcuna da parte.

Nel frattempo noi vi suggeriamo alcuni modi per cucinarle!

 

Dolmadakia, gli involtini di vite

Originari della Grecia, i Dolmadakia sono dei particolari involtini di foglie di vite ripieni di riso. Prepararli è semplicissimo.

Tagliate finemente una cipolla rossa e fatela appassire in padella con dell’olio. Aggiungete poi 200 gr di riso e insaporite con le erbe aromatiche tritate finemente: prezzemolo, menta e aneto sono perfette. Aggiustate di sale e pepe e aggiungete l’acqua calda in modo tale da coprire il tutto. Lasciate cuocere per circa 10 minuti, mescolando di tanto in tanto e una volta pronto lasciate raffreddare.

 

 

Nel frattempo lavate bene le foglie di vite, sbollentatele in acqua calda e asciugatele per bene con un canovaccio pulito. Adagiate un cucchiaino di riso sull’estremità inferiore della foglia di vite. Ripiegate su se stessa la foglia formando un involtino e chiudendo bene le estremità.

Disponete sul fondo di una pentola alcune foglie di vite, in modo da coprire bene la base. Procedete disponendo i vostri involtini nella pentola formando dei cerchi concentrici. Una volta inseriti tutti gli involtini aggiungete il succo di un limone e acqua fredda in modo da ricoprire tutti gli strati. Coprite il tutto con un piatto pesante, e lasciate cuocere per circa 40 minuti.

Servite questi gustosissimi involtini freddi, accompagnandoli con la famosa salsa tzaziki!

Pesto con foglie di vite

Per questa gustosa ricetta serviranno circa 20 foglie di vite appena raccolte. Scegliete quelle più giovani, dal colore verde brillante. Lavatele con acqua fredda, assicurandovi che non ci siano residui, dopodiché mettetele su un canovaccio pulito ed asciugatele accuratamente.

A parte, in un mixer tritate circa 30 gr di capperi, 3 acciughe, 10 mandorle e 30 gr di pinoli. Aggiungete anche un cucchiaino raso di zucchero e uno spicchio d’aglio, se lo gradite.

Dopo aver tolto il picciolo e la nervatura centrale, aggiungete le foglie di vite spezzettate. Unite al composto qualche cucchiaio di pecorino, il succo di mezzo limone e iniziate a frullare, aggiungendo olio a filo. Dovrete ottenere una consistenza cremosa, quindi se necessario aggiungete un po’ d’acqua.

Regolate di sale e pepe e utilizzate questo buonissimo pesto sulle vostre bruschette o per insaporire i vostri piatti estivi!

Spaghetti della vigna

Voglia di un primo piatto diverso dal solito? Provate questi spaghetti al sapore di vigna, non ve ne pentirete!

Per preparare questo piatto vi serviranno circa 200 gr di cime di vite, ovvero la parte terminale dei tralci che si sviluppano nella parte apicale della chioma. Dopo averli accuratamente lavati, sbollentateli in acqua salata. Trascorsi 10 minuti, a metà cottura, aggiungete nella stessa acqua 400 gr di spaghetti.

 

Nel frattempo a parte, fate rosolare con dell’olio evo uno spicchio d’aglio, 3 acciughe e un peperoncino fresco. Aggiungete poi circa 200 gr di pomodorini freschi e qualche foglia di basilico. Regolate di sale e pepe e fate appassire. Aggiungete poi gli spaghetti con le cime di vite e fate saltare.

Impiattate e godetevi questo gustosissimo piatto!

A questo punto non vi resta che scegliere la vostra ricetta preferita, munirvi di grembiule e mettervi all’opera!
E ovviamente non dimenticate di abbinare questi piatti con i vini delle aziende vitivinicole sostenibili!

Credits:

Foto delle cime di vite di Moritz Knöringer on Unsplash

Cosa puoi fare per il pianeta?

Anche mentre sorseggi un calice di vino puoi contribuire a salvare il mondo: agisci come se quello che fai possa fare la differenza, perché *allerta spoiler* la fa!

Non sai da dove iniziare? Ti aiutiamo noi! Ecco la “Guida per amanti del vino che vogliono salvare il mondo” di Vinrà!

novità