Le aziende del vino si raccontano attraverso il bilancio di sostenibilità

Raccontare con dati reali il proprio impegno per la sostenibilità è importante tanto quanto adottare buone pratiche ambientali o sociali. La sostenibilità, infatti, non è reale se non la si può dimostrare. Ed è per questo che le aziende più virtuose decidono di raccontare il proprio impegno attraverso i bilanci di sostenibilità.

Ma cos’è un bilancio di sostenibilità? Spesso chiamato anche report di sostenibilità, bilancio sociale  o, come sarà previsto dalla prossima Direttiva UE vista la recentissima approvazione da parte del Consiglio, comunicazione societaria sulla sostenibilità, è uno strumento di monitoraggio, rendicontazione e comunicazione delle performance legate alla sostenibilità dell’azienda. In sostanza attraverso questo documento, redatto nella maggior parte dei casi su base volontaria, l’azienda mette in luce il proprio impegno in termini di sostenibilità. Attraverso dati e informazioni verificabili l’azienda racconta tutte quelle attività che riguardano il proprio comportamento ambientale, quello con i dipendenti e la comunità e il proprio approccio nella gestione aziendale.

Clienti, dipendenti, fornitori, soci, conferitori, comunità o chiunque altro sia interessato all’attività dell’azienda troverà in questo documento tutte le informazioni necessarie a comprendere come l’azienda si stia impegnando per rendere il mondo un posto migliore.

Ne avete mai visto uno?
In questo articolo troverete tre bilanci di sostenibilità relativi all’anno 2021 che vi faranno conoscere l’impegno nella sostenibilità e la storia di alcune delle cantine più virtuose del nostro Paese.

Il primo bilancio di sostenibilità di Cecchetto

Alcune pagine del bilancio di Sostenibilità di Cecchetto dove viene presentato il bosco responsabile di Villa delle Coste certificato Fsc®-C121844 nel rispetto di rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. Esistente da oltre tre secoli ma un tempo abbandonato, oggi rinasce grazie alla messa a dimora di 1.000 nuovi alberi.

Nella sua prima edizione, il bilancio di sostenibilità di Cecchetto ripercorre l’impegno dell’azienda nel rispetto dell’ambiente e nella tutela della comunità in cui opera.

Racconta quindi un percorso iniziato nel 2017 con l’ottenimento della certificazione VIVA, ma con lo sguardo proiettato al futuro. L’azienda, infatti, sta lavorando per raggiungere entro il 2026 l’ambizioso obbiettivo di diventare Climate Positive.

Tra le iniziative di cui si parla nel bilancio, di particolare interesse è l’impegno dell’azienda per la tutela della biodiversità. Tra le colline asolane infatti gestisce e tutela, nel rispetto di rigorosi standard ambientali, due boschi di proprietà, per un totale di circa 6 ettari. In questi boschi tra castagni secolari, ciliegi selvatici, frassini, bagolari e piante mellifere sono state posizionate alcune arnie. L’obiettivo è quello di favorire un ambiente salubre e virtuoso nel quale la presenza delle api diventi un segno tangibile dell’adozione di processi ecosostenibili. In questo modo flora e fauna potranno convivere in armonia tutelando e promuovendo la biodiversità del territorio.

Leggete il bilancio di sostenibilità dell’Azienda Cecchetto Giorgio per saperne di più!

I risultati raggiunti da Tasca d’Almerita

Pioniere nella redazione di report di sostenibilità, nell’edizione 2021 Tasca d’Almerita racconta i risultati ottenuti grazie alle buone pratiche di sostenibilità adottate.

Il bilancio di sostenibilità si apre con un’introduzione sul programma SOStain, al quale l’azienda aderisce dal 2009. Da tempo, infatti, questa cantina siciliana è impegnata in un processo di miglioramento continuo che l’ha portata a ridurre l’impatto delle proprie attività in tutta l’organizzazione.

Un esempio? Grazie all’installazione di pannelli fotovoltaici nella Tenuta Regaleali e negli uffici di Palermo, Tasca d’Almerita è riuscita a ridurre notevolmente l’emissione di CO2.

Dal 2011 infatti ha evitato l’emissione di circa 1961 tonnellate di CO2. Un quantitativo pari alle emissioni assorbite da 9805 alberi di arancio in 10 anni!!

Scaricate il bilancio di sostenibilità di Tasca d’Almerita per scoprire gli altri risultati raggiunti dall’azienda!

In queste pagine del Bilancio di Sostenibilità di Tasca d’Almerita si parla dei consumi energetici: “solo l’energia che serve” è il titolo di questo capitolo.

Bilancio di sostenibilità: Cantina Produttori di Valdobbiadene – Val d’oca

Le pagine di presentazione del capitolo dedicato al rispetto per l’ambiente e che racconta le pratiche virtuose in campagna e in cantina, la filiera sostenibile certificata, l’uso attento delle risorse e l’impiego di energie rinnovabili per Cantina Produttori di Valdobbiadene.

Certificata sia secondo lo standard VIVA che Equalitas, il gruppo Cantina Produttori di Valdobbiadene – Val d’Oca ha pubblicato anche quest’anno il suo bilancio di sostenibilità.

Nel report si evince la determinazione dell’azienda nel perseguire il suo percorso di crescita, nel rispetto dei principi di sostenibilità.

Ad esempio, a partire da luglio 2021, la Cantina ha impresso un’accelerazione alla riduzione della quantità di rifiuti prodotta. Ha infatti avviato la collaborazione con Cycle4green un progetto che mira al riutilizzo della carta siliconata, materiale utilizzato come supporto per le etichette in polietilene. Una volta asportate le etichette le bobine con i film siliconati vengono ritirate e condotte al riutilizzo. In questo modo l’azienda è in grado di evitare la produzione di circa 144 quintali annui di rifiuto difficilmente smaltibile!

Altre iniziative avviate dall’azienda sono disponibili sul bilancio di sostenibilità del gruppo Cantina Produttori di Valdobbiadene – Val d’Oca. Correte a leggerlo!

IL BLOG

Potrebbe interessarti

Cosa puoi fare per il pianeta?

Anche mentre sorseggi un calice di vino puoi contribuire a salvare il mondo: agisci come se quello che fai possa fare la differenza, perché *allerta spoiler* la fa!

Non sai da dove iniziare? Ti aiutiamo noi! Ecco la “Guida per amanti del vino che vogliono salvare il mondo” di Vinrà!

novità