Certificazione Sostenibilità
La Cantina

La storia dell'Az. Agr. Giorgio Cecchetto si intreccia saldamente con quella della sua terra e del suo vitigno più importante, il Raboso del Piave, un vitigno difficile da domare ma capace di colpire con il suo carattere ruvido, spavaldo, a tratti scontroso. Pertanto la produzione e la maggior parte degli sforzi aziendali sono tesi alla valorizzazione di questo vino, il figlio prediletto.
Il forte legame con il territorio e con i vitigni che più lo rappresentano hanno portato l'azienda a misurare e comprendere l'impatto ambientale generato dalla propria attività produttiva, con l'obiettivo è ridimensionare i comportamenti errati e crearne di nuovi più etici e sostenibili per garantire alle generazioni future soluzioni rispettose dell'ambiente e delle sue risorse. Sulla base di questo obiettivo, nel 2017 abbiamo ottenuto, per tutte e tre le nostre sedi aziendali, due certificazioni di sostenibilità: SQNPI e VIVA per responsabilizzare le nostre scelte.

Oggi l'azienda si sviluppa in tre sedi in provincia di Treviso: Tezze di Piave, Motta di Livenza e Cornuda.
La sede principale è a Tezze di Piave, nella pianura trevigiana attraversata dal Piave, un fiume che, talvolta carico di devastante potenza nelle piene autunnali, ha dato origine a rovinose inondazioni determinando un terreno alluvionale sciolto e ben drenato, dove nel corso dei secoli si sono sedimentati i detriti ghiaiosi. Qui coltiviamo il Raboso, il Carmenère, il Cabernet Sauvignon, il Merlot ed il Pinot Grigio. La seconda sede si trova a Lorenzaga di Motta di Livenza, zona che si distingue per un terreno creatosi nel corso dei millenni ad opera delle glaciazioni e dei successivi depositi alluvionali, trasportati dalle acque di scioglimento degli antichi ghiacciai che, ritirandosi, hanno rilasciato minute particelle di argilla calcarea e dove, a debole profondità, si riscontra la formazione di vari strati di aggregazione di carbonati, da cui il tipico detto locale: "terreni ricchi di caranto". Qui coltiviamo il Manzoni Bianco, il Cabernet Sauvignon ed il Merlot. Infine nella zona del Montello e Colli Asolani, nei vigneti di Cornuda, produciamo il Prosecco Asolo DOCG su terreni particolarmente esposti al sole, dove il clima è secco d'estate e rigido d'inverno ed il substrato superficiale è costituito in prevalenza da argille ferrettizzate di colore bruno rossastro scuro.

Chiuso
Orario di apertura odierno: 8:00 - 12:00
  • Lunedì

    8:00 - 12:0014:00 - 18:30

  • Martedì

    8:00 - 12:0014:00 - 18:30

  • Mercoledì

    8:00 - 12:0014:00 - 18:30

  • Giovedì

    8:00 - 12:0014:00 - 18:30

  • Venerdì

    8:00 - 12:0014:00 - 18:30

  • Sabato

    8:00 - 12:0014:00 - 18:30

  • Domenica

    Chiuso

  • 24 Gennaio 2022 0:57 ora locale

Indirizzo

Via Piave 67, 31028 Vazzola Treviso, Italy

Regione
Cosa facciamo per la sostenibilità ambientale?

Diventare Climate Positive entro il 2026 è uno tra gli obiettivi più importanti che si è posta l'azienda nell'ottica del miglioramento continuo.
Per raggiungere questo traguardo Cecchetto ha suddiviso il progetto in 3 step:

1- Misurazione performances di sostenibilità
Nel 2017, ha iniziato a misurare i propri impatti ottenendo per tutte e tre le  sedi aziendali due certificazioni di sostenibilità:
- SQNPI (Sistema di Qualità Nazionale Produzione Integrata) rilasciata dal MIPAAF attraverso la quale garantiamo metodi agronomici e di difesa che prediligono l'utilizzo di risorse e di meccanismi di regolazione naturali.
- VIVA la sostenibilità nella filiera vitivinicola in Italia rilasciata dal Ministero della Transizione Ecologica, attraverso la quale calcoliamo le nostre prestazioni di sostenibilità.

2- Riduzione impatto ambientale
Dopo aver misurato e compreso il proprio impatto ambientale ha  iniziato a sviluppare dei piani di miglioramento biennali con l'obiettivo di ridimensionare i propri comportamenti "errati" e crearne di nuovi più etici e sostenibili. Alcune delle attività sviluppate sono:
- Impiego di packaging certificato FSC
- Utilizzo di energia derivante da fonti rinnovabili o dal nostro impianto fotovoltaico
- Adesione a progetti di riciclo (ad es. RafCycle, Progetto Etico di Amorim Cork Italia)
- Riduzione consumi idrici in vigneto attraverso l'impiego della tecnologia di Idroplan
- Sostituzione dispositivi ad incandescenza con lampadine a led
- Iscrizione all'Associazione Regionale Apicoltori del Veneto e successivo acquisto di arnie per favorire la biodiversità nei nostri vigneti

3- Cattura emissioni residue
Le emissioni residue di CO2 le porterà a compensazione attraverso dei progetti che hanno un impatto positivo sull'ambiente, come ad esempio gestendo i boschi di proprietà secondo protocolli internazionali certificati e aderendo ad iniziative nazionali e non di riforestazione.

Il progetto oltre ad essere atto alla cattura delle nostre emissioni di CO2, vuole essere un'occasione per favorire la biodiversità e il coinvolgimento della comunità locale in iniziative volte a tutelare e migliorare il territorio.

Cosa facciamo per la sostenibilità Sociale?

L'azienda con l'obiettivo di rafforzare il valore che può nascere dalla sincera volontà di fare impresa in maniera condivisa e inclusiva, contribuisce a progetti a supporto della collettività.
In particolar modo dal 2005, organizza la vendemmia del Raboso Piave con i ragazzi dell’Associazione Italiana Persone Down (AIPD) – Sezione Marca Trevigiana, durante la quale i ragazzi si trasformano in vignaioli ed enologi, producendo circa 1000 bottiglie di Raboso del Piave, che con orgoglio presentano in primavera presso lo stand della Regione Veneto al Vinitaly di Verona. L’iniziativa è realizzata nell’ambito del Progetto Autonomia Sociale, che vede i ragazzi coinvolti in tutte le fasi della produzione del vino: dalla vendemmia alla pigiatura, dalla lavorazione all’ imbottigliamento, fino alla realizzazione delle etichette, rigorosamente disegnate a mano.
Per far conoscere e promuovere il proprio territorio, l'azienda organizza visite guidate ai propri vigneti e cantina al termine delle quali è possibile assaggiare i vini in abbinamento a formaggi e salumi locali. Un altro aspetto fondamentale per l'azienda è la salute e sicurezza e dei propri collaboratori per questo ne monitora la formazione e adotta strategie volte ad individuare e ridurre i rischi e i pericoli sul lavoro.

Dettaglio Sostenibilità Economica

Ogni due anni, l'azienda redige un piano di miglioramento con l'obiettivo di ridurre i comportamenti errati, creandone di nuovi più etici e sostenibili per garantire alle generazioni future soluzioni rispettose dell'ambiente e delle sue risorse.
Inoltre, con l'obiettivo di promuove la riduzione dell'uso delle risorse e la loro valorizzazione nell'ottica dell'economia circolare, nel 2019 l'azienda ha convertito tutta la linea di confezioni da 1/2/3 bottiglie in modo da renderle più facilmente smaltitili e riutilizzabili dai propri clienti, inoltre nelle grafiche sono riportati i consumi idrici, energetici e le emissioni prodotte durante la produzione delle confezioni. Le bobine di carta siliconata vengono riciclate attraverso il progetto RafCycle, mentre i tappi in sughero vengono donati a delle Onlus per la bioedilizia attraverso il progetto ETICO di Amorim.